Banner

Chi c'è online

 9 visitatori online

Cerca

Fontana dei Papi

E-mail Stampa PDF

LA FONTANA DEI PAPI   

La fontana dei Papi di Prossedi

Sulla strada marittima che collega Prossedi con la Regionale 156 dei Monti Lepini si erge una maestosa fontana, denominata "Fontana dei Papi". La fontana ricorda invece la visita di un solo Papa, Benedetto XIII avvenuta nel 1727.
A ricordo di tale evento, il marchese dell'epoca Livio De Carolis volle impresso nel marmo il ricordo del passaggio papale.
 
Il monumento è stato costruito con marmo proveniente dalle cave di Coreno Ausonio (FR).

Al centro è posta una lapide commemorativa, in latino nella quale sono ricordati i protagonisti dell'evento accaduto il 23 maggio 1727 e narra in sintesi il viaggio di ritorno di Papa Orsini da Benevento a Roma.
Al di sopra della lapide sono posti due stemmi: al centro lo stemma papale di Benedetto XIII ed a sinistra lo stemma vescovile di Mons. Pietro De Carolis; a destra manca sicuramente un'altro stemma non ancora identificato.

Le cronache recitano:

Alle ore 9.00 del 23 maggio la comitiva papale composta da 92 calessi partì da Frosinone percorrendo una strada prima sconnessa e impervia ma poi subito spianata e resa carreggiabile entrò nel marchesato di Prossedi, mai onorato da maggiore evento, ascoltò la Messa nella Chiesa di Sant’Agata e benedicendo anche qui il popolo numeroso ritornò da Sezze a Roma.

La Fontana di Prossedi è lì, con la sua maestosità e la grande lapide a ricordare l’evento storico.

Nel 1992 il monumento è stato magistralmente restaurato ripulendolo dalle impurità accumulate nel tempo.

2009: E' in corso una ricerca storica che porterà alla pubblicazione di un volume dedicato al monumento ed agli eventi che ne hanno determinato la costruzione.

 

 

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 17 Aprile 2009 22:48